Il bambino che è dentro di noi (Sweet child o’ mine)

slide_guns-520x225

Stamattina mi sono alzato, come sempre accendo il pc e apro il lettore musicale per sentire cosa ha in serbo per me quest’oggi. Parte il riff che non ti aspetti, l’hai sentito centinaia di volte, lo riconosci subito eppure non riesci ad abituartici. E’ quella cozzaglia di boccoli neri di Slash che apre la magia di Sweet child o’ mine.

Si dice che Slash stesse accordando la chitarra e stesse cazzeggiando allegramente e così dal nulla sia venuto fuori questo giro. Dico “venuto fuori” perchè la sensazione è proprio quella che la musica sgorghi dal niente..e quando Duff tocca le corde del basso ci sei già completamente dentro, sei preso, non ne esci più, la giornata è persa, la passerai a riascoltare questa canzone centinaia di volte..poi ti stancherai, ne cercherai un’ altra,boh, magari pensi.. “dello stesso genere cosi rimango sulla stessa lunghezza d’onda”.. ma non trovi niente (o quasi) che sia paragonabile e tempo qualche minuto sei di nuovo ad ascoltare questo gruppo di drogati che nessuno si spiega come possano tirare fuori tanta dolcezza.

Axl inizia a cantare..

she’s got a smile that it seems to me

reminds me of childhood memories

where everything

was as fresh as the bright blue sky

E’ una poesia. Nessuno può rimanere indifferente a queste parole. Si dice che Axl scrisse questi versi per Erin, la sua ragazza di allora ma io non ci credo. O meglio, sì, può essere che l’ispirazione iniziale derivasse dalla fidanzata ma qui Axl (forse inconsciamente) sta parlando di se stesso, si sta guardando allo specchio o in una foto o semplicemente si sta ricordando di se stesso da piccolo. Sweet child o’ mine…dovunque viene tradotto come “dolce bambina mia” riferito ad Erin, con la quale il rapporto era tutt’altro che semplice..ma secondo me  è “bambino” con la O, è lui, lui è il dolce fanciullo perduto. E proprio questo rende il brano unico, ognuno di noi ha una giovinezza o un’età d’oro a cui vorrebbe tornare, in cui tutto era fresco (mmmm “fresh” io lo sento più come “genuino”,”innocente”) come il cielo azzurro e luminoso..aaaaa che brutto tradurre in italiano..si perde tutta la magia…

Questo è uno dei pochi brani che secondo me può essere ascoltato in due modi..anzi moods, due stati d’animo, sia che tu abbia il sole o la pioggia nel cuore.

Il sole : sei felice,allegro e positivo..è una bella giornata, con un “bright blue sky”.. l’assolo di Slash esalta la luce accecante dei raggi che ti battono sulla pelle e ti immagini su una collina verde e incontaminata che celebri la tua grandezza. Guardi indietro nella tua vita, ricordi i bei tempi e pensi a quanto il dolce fanciullo sia cresciuto e sia diventato un uomo..se poi hai la fortuna anche di avere una ragazza è fatta. lo “smile that seems to me…” è il suo ,non c’è dubbio, e puoi crogiolarti nell’ amore che provi rendendoti conto che la persona che ti sta accanto ti permette di rimanere bambino. La frittata è fatta,sei perso..meglio se non stai guidando perche la tua mente è da tutt’altra parte..se sei con lei attento!!..rischi di chiederle di sposarti adesso!

La pioggia:  quante volte il cielo non è stato limpido dentro di noi..se ti imbatti in “Sweet child o’ mine” in questa situazione si crea una differente alchimia..questa però è magia nera intrisa di sconforto..è il “Black” dei Pearl Jam ( all the love gone bad/ turned my world to black/ tattooed all I see/ all that I am/ all I’ll be). Axl nel ritornello urla, si sgola per invocare lo sweet child..sì, forse in questo caso è più probabile rivederci una figura esterna, qualcuno con cui hai passato anni, con cui hai condiviso esperienze, sorrisi e sguardi.. e insieme, mano nella mano avete giocato come due bambini,avete guardato quel cielo che adesso è oscurato! Oppure semplicemente rivedi una situazione passata, un’età perduta… la nostalgia è sicuramente il sentimento più forte che suscita questo brano ma anche la rabbia e la consapevolezza di non poter tornare indietro..nella seconda parte della canzone Axl chiede “where do we go”..è lo smarrimento di chi non sa cosa fare adesso, di chi non ha più la dolce fanciulla che lo accompagna. La frustrazione è forte e anche Slash nel suo assolo la esprime alla perfezione (a cosa servono le parole se hai uno come lui?!)

Io ho avuto la fortuna(e sottolineo fortuna) di impattermi in questo brano in entrambe le situazioni e di poter essere travolto da entrambi i fiumi in maniera totalizzante.. sweet child o’ mine ha arricchito in maniera determinante le mie esperienze e per chi non l’ha mai ascoltata (penso davvero pochi) lasciate che vi dica: “vi manca un frammento..di vita, di respiro, di sorriso, di lacrima..decidete voi..ma vi manca qualcosa..rimediate”!

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il bambino che è dentro di noi (Sweet child o’ mine)

  1. robypanca ha detto:

    Mi piace questo tuo modo di “sentire” la musica, non solo con le orecchie, ma con tutti i sensi, la testa, il cuore, l’anima! A me la musica piace annusarla e e guardare i suoi colori…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...